International Asparagus Days, promossa la prima edizione

International Asparagus Days, promossa la prima edizione

La “nicchia” dell’asparago ha attirato a Cesena Fiera 2.100 presenze altamente specializzate, il 38% delle quali estere

Cesena, 25 ottobre 2018 – Un’edizione di successo quella di International Asparagus Days 2018, svoltasi a Cesena Fiera dal 16 al 18 ottobre e organizzata in collaborazione con gli esperti e consulenti Luciano Trentini e Christian Befve. Divisa in quattro parti – esposizione, convegnistica, prove in campo, visite guidate - ha richiamato a Cesena la filiera mondiale dell’asparago.

Nei due giorni fieristici i visitatori sono stati quasi 2.100, con una importante presenza dall’estero, il 38% del totale. A questi si aggiungono i circa 200 operatori che hanno partecipato alle visite tecniche del terzo giorno in Emilia Romagna e Veneto.

Fiore all’occhiello di questa prima edizione è stato il programma convegnistico, che ha scandito le prime due giornate della manifestazione. Quattro tavole rotonde, una quindicina di relatori provenienti da diverse parti del mondo – Italia, Cina, Francia, Germania, Messico, Perù, Svizzera -, una panoramica a 360° gradi della filiera dell’asparago: questi gli ingredienti del successo di un programma che ha sempre visto il pieno di pubblico e che ha fornito importanti informazioni sul settore, dalla produzione alla commercializzazione.

Cresce la produzione mondiale dell’asparago

A tracciare il quadro è stato Luciano Trentini, esperto del settore. A livello mondiale negli ultimi cinque anni sono stati messi a produzione 58.270 ettari in più, passando dai 207.280 ettari del 2013 ai 265.000 ettari del 2018. La maggiore produzione si riscontra in Asia (104.000 ettari), seguita dall’Europa (74.000 ha), America del Nord (52.000) e America Latina (27.000 ha). Interessante il dato di crescita negli ultimi cinque anni a livello Continentale, con l’Asia che ha aumentato l’area di 34.800 ettari, il Nord America +17.400 ha, l’Europa +4.500 ha.

Il maggiore produttore mondiale di asparagi è la Cina con 93.000 ettari, seguito dal Messico (29.000 ettari), dalla Germania (28.000), Perù (22.000), Stati Uniti (21.000), Spagna (15.000), settimo posto per l’Italia con 9.500 ha.

I consumi di asparago in Europa

Daria Lodi di Cso Italy ha presentato una relazione sul “Consumo dell’asparago in Italia e in Europa”. Primo produttore europeo è la Germania (130mila tonnellate), nonché anche principale importatore (24.953 tonnellate nel 2017) e consumatore (85 mila tonnellate).

Passando all’Italia, in crescita è il consumo di asparago attestatosi a oltre 24mila tonnellate, in deciso aumento se si pensa che nel 2000 erano 19mila. Un dato destinato a crescere ancora nel 2018, tenuto conto che da gennaio ad agosto ne sono state acquistate 22.895 tonnellate.

Renzo Piraccini, Presidente di Cesena Fiera, traccia la sua analisi e guarda al futuro: “Questa prima edizione italiana di International Asparagus Days è la conferma che una fiera verticale altamente specializzata con vocazione internazionale rappresenta una grande opportunità per il settore. Sono due i punti di forza della manifestazione: l’unicità del format che mette insieme quattro tipologie di proposte (espositori, convegni, prove in campo e visite tecniche) e le peculiarità di Cesena Fiera, con il suo il know how di conoscenze grazie a Macfrut, unito alla disponibilità di un campo prova per le tecnologie in campo”.

Nei prossimi giorni Cesena Fiera, Christian Befve, Luciano Trentini e l’intero staff organizzativo si metteranno al lavoro per definire il futuro di questo evento, per il quale sono arrivate diverse richieste in ambito internazionale.

 

 

torna all'elenco News

Main Sponsor and Business Partner

logo crédit agricole

Sponsor

logo bagioni technology logo coviro logo planasa logo bejo logo olter logo limgroup Logo centro sur logo hmf logo lucchini idromeccanica